mercedes

Mercedes, pronta la rivoluzione. Il marchio leader nel segmento premium cambierà stile

Mercedes Benz non pecca alla voce coraggio. Nel 2012 hanno imboccato un nuovo corso di stile, fatto di carrozzerie mai così aggressive, caratterizzate da spigoli vivi ed evidenti nervature sulle lamiere. Un atteggiamento che è stato ripagato da vendite in crescita costante negli ultimi anni, fino alla conquista, al termine del 2016, dello scettro di marchio premium più venduto, mettendosi dietro le eterne rivali (Audi e Bmw). Ma dal momento che la parola d’ordine è osare, i tecnici di Stoccarda hanno deciso che è già tempo di cambiare, che il look così com’è ora va bene, ma che se si vuole conservare la leadership è necessario – anzi vitale – cambiare. E allora prepariamoci a dare l’addio quindi agli spigoli e alle nervature (pensate alla Classe A e alla CLA, ma anche alla CLS): benvenuta pulizia delle linee. Le parole che provengono dal quartiere generale tedesco fanno specie: “Riducendo all’essenziale nervature e linee, restano forma e corpo”.

mercedes2

Questa nuova impostazione ha anche un nome e un cognome: Sensual Purity e si riferisce appunto al desiderio di comunicare purezza. Che Mercedes (come quasi tutti) stia andando nella direzione dell’elettrificazione è cosa ormai nota e la Sensual Purity è una sorta di rappresentazione di quanto si trova sotto la carrozzeria: la massima semplicità e la massima pulizia. Il nuovo corso debutterà sulla futura generazione di Classe A e di conseguenza si estenderà poi a tutta la gamma. Un primo assaggio di ciò che sarà lo fornisce la “Aesthetics A” e il concetto di base è il seguente: modificare la percezione delle forme di base non più con le nervature e gli spigoli, bensì attraverso il gioco di superfici allungate e angolate in modo predefinito tra loro, in modo da creare i “giochi” di luci e ombre ricercati.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email