Una Mini esclusiva prodotta in sole sei, lussuosissime copie: ecco la John Cooper Works Petrolhead Edition

Un nuova Mini in versione super, dalle dotazioni tecniche di altissimo livello e raffinata al punto da conquistare gli appassionati del lusso in auto. Nasce così John Cooper Works Petrolhead Edition, presentata in occasione del sesto Mini Challenge e che trae evidente ispirazione proprio dal mondo delle corse. Una quattro ruote esclusiva prodotta in numero molto limitato, soltanto sei, e facilmente riconoscibili grazie al vistoso numero in serie che riportano sulla fiancata.

Una vettura che eredita il know-how e l’esperienza maturata nel campionato, partendo dal risparmio nel peso e quindi realizzando molti componenti in fibra di carbonio: dall’estrattore posteriore alla maniglia delle porte, dal tappo del serbatoio alle calotte degli specchietti, passando per la presa d’aria sul cofano anteriore e “tappezzando” letteralmente l’abitacolo di modanature e coperture che ripropongono il pregiato materiale. Dove non è stato possibile impiegare la fibra di carbonio si è scelto di utilizzare verniciature nere lucide, andando a coprire tutti i dettagli che sulle Mini di serie apparirebbero cromati.

Petrolhead Edition è pensata per la pista ed è lì che dà il meglio: dalle vetture motorsport eredita infatti il motore 2.0 Twin Power Turbo (con 231 Cv di potenza) oltre a pneumatici semi-slick Pirelli Trofeo R 205/45r17 che assicurano una tenuta estrema, con assetto sportivo regolabile è invece quello della John Cooper Works PRO così come lo scarico con terminali in carbonio e il telecomando per apertura valvola, così da regolare l’intensità del sound. Per l’occasione sono stati impiegati dei cerchi in lega 17” EVO Corse Sanremo alleggeriti (-2,5 kg per ruota) con il logo Petrolhead Edition dedicato, così da ridurre al minimo il peso delle masse non sospese, a beneficio dell’handling e dell’accelerazione.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email