minichallenge

Mini, la serie limitata Challenge Edition per l’avvio del campionato monomarca

Per celebrare l’inizio del campionato monomarca, Mini lancia la serie limitata Challenge Edition, realizzata su base John Cooper Works tre porte. Il Mini Challenge è organizzato in collaborazione con ACI Sport ed è giunto alla quinta edizione: protagoniste delle tappe su sei circuiti italiani sono le piccole vetture inglesi in versione racing. Di queste, la nuova stradale riprende proprio lo spirito corsaiolo. Prodotta in sole 35 unità, ordinabile da metà maggio, la Challenge Edition è caratterizzata da personalizzazioni specifiche estetiche e tecniche. Il motore è lo stesso da 231 Cv della John Cooper Works di serie, che assicura alla 3 porte britannica uno scatto da 0 a 100 km/h in 6,1 secondi e una velocità di punta di 246 km/h. Su questa JCW restano cambio automatico, assetto racing e impianto frenante della Brembo mentre sono aggiunti una presa d’aria sul cofano in carbonio denominata ”JCW Pro”, sistema di scarico e terminali in carbonio, un diffusore posteriore in poliuretano e un nuovo spoiler anteriore che assicura una miglior efficienza aerodinamica. Grazie a una valvola regolabile, montata nello scarico, è possibile modificare il rumore emesso dal quattro cilindri: la modalità sport è rispettosa dei limiti vigenti per l’utilizzo stradale mentre quella ”track”, pensata per la pista, ne esalta la voce ai massimi livelli.

minichallenge2

La Challenge Edition si caratterizza per la carrozzeria verde con tetto rosso e bandiera britannica tono su tono: la vettura si distingue per la calandra anteriore nera con strisce rosse che riprendono i dettagli delle cornici dei gruppi ottici anteriori e posteriori, dipinte in nero lucido. Ogni esemplare è unico grazie al numero progressivo sulla portiera del lato guidatore. Nell’abitacolo spiccano i sedili sportivi rivestiti in pelle nera e rossa, l’Union Jack rossa in rilievo e la targhetta in alluminio spazzolato posizionata sulla plancia lato passeggero con numerazione da 0 a 37 (non sono previsti il 13 e il 17). Da notare che la prima, la 00, rimarrà di proprietà di Mini Italia.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email