usato

Moto, come scegliere un buon usato. 5 consigli per non pentirsi dopo l’acquisto

Arriva la primavera ed è il periodo dell’anno in cui viene voglia di viaggiare. Magari in moto. E allora in questo momento il mercato usato viene preso d’assalto dai motociclisti. Tuttavia non tutti riescono a fidarsi dei siti che propongono l’usato. E allora per non sbagliare è utile seguire cinque consigli utili per trovare la moto giusta. Fondamentale è andare a vedere la moto, esaminarla bene facendo mille domande, provarla senza prenderla a occhi chiusi, essere corretti in una trattativa e mettere tutto in conto facendo un doppio check di tutte le caratteristiche. Conviene comunque analizzare adeguatamente questi cinque consigli per indovinare l’acquisto della moto dei nostri sogni. Innanzitutto la moto va vista dal vivo: il primo contatto è importante e il vostro sguardo riesce ad arrivare dove l’obbiettivo fotografico non può. Inoltre conoscere il proprietario o chi la vende è una mossa astuta. Spesso e volentieri l’atteggiamento del proprietario e la sua sincerità dicono molto più di una semplice ispezione visiva.

La moto va esaminata bene: è utile osservarla in tutti i suoi dettagli e non essere timidi. Bombardate di domande il proprietario e analizzatela fin nei minimi dettagli come se foste un detective in cerca di prove. In molti casi, portarsi dietro un amico o un meccanico vero aiuta molto. Il terzo step è provare la moto: prendere una moto a occhi chiusi, fidandosi solo di quello che vedete sullo schermo, è da stolti, quindi prendetevi il vostro tempo e pretendete di farci un giro. Provarla è forse la parte più importante: A moto spenta e sul cavalletto sarebbe impossibile percepire alcuni dettagli tecnici o meccanici. Ancora: durante la trattativa bisogna essere onesti: non siate troppo arroganti e non pretendete mari e monti. Prima di tutto siate trasparenti, perché se fate un accordo per un tipo di pagamento e poi cambiate idea o non potete mantenere quella promessa, verrete gentilmente accompagnati alla porta e addio alla vostra nuova moto. Infine è necessario non essere troppo precipitosi e tenere conto delle cose dette sopra e dal fatto che qualche dettaglio può sempre sfuggirvi. Pertanto fate un “doppio check” di tutto quanto, se serve scrivetevi una lista delle cose da fare e di quesiti da porre. Controllate minuziosamente i documenti, la corrispondenza dei nomi, bollo, revisione e soprattutto – in caso di acquisto in concessionario – non uscite senza una garanzia di almeno un anno, sono obbligati a darvela per legge.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email