bezzi2

Moto Guzzi, il V9 “visto” da Oberdan Bezzi: il suo ultimo lavoro è Desert Eagle

Oberdan Bezzi è uno di quei designer che sa coniugare i bene i sogni dei motociclisti con le ultime tendenze di mercato e le tecnologie offerte dalle Case. Spesso i suoi disegni possono essere presi come spunto anche dai produttori. È il caso dell’ultimo lavoro di Bezzi, una scrambler Moto Guzzi che potrebbe rappresentare il vero tassello mancante nella serie vintage di Mandello, costruita sulla base della V9. Effettivamente, con quella bella base meccanica offerta dalle V9 Bobber e Roamer e quel telaio in tubi tipicamente Guzzi, il pensiero va subito alle glorie del passato, quando i mitici telai Tonti erano la base ideale per mille interpretazioni, dalle più sportive alle più fuoristradistiche.

bezzi

Bezzi sposa l’immagine di un passato glorioso alla possibilità di ridargli vita con il prodotto attuale, così nasce la V9 Desert Eagle, nome “all’americana” proprio perché di ispirazione statunitense. Così il designer commenta il progetto sul suo blog: “E se arrivasse invece dal mercato USA, la richiesta di un bello Scrambler “serio” e veramente rappresentativo del Marchio dell’Aquila? Ben dotato a livello di ruote e sospensioni in modo tale che sia in grado di scorrazzare senza problemi sui dissestati sentieri del deserto della California (mercato d’elezione per questo genere di moto), dimensionalmente strutturato anche per fisici “importanti” e ovviamente con una robustezza e solidità d’insieme a tutta prova! Con quel fascino del Made in Italy che fa impazzire gli Americani e quel rosso che evoca pura passione, sarebbe un successo commerciale praticamente certo!”. Oberdan Bezzi aveva già fornito un’altra sua interpretazione del V9 di Moto Guzzi creando le V9 Italian Racer, Trax e Over. Viste in una ipotetica nuova famiglia V9, queste moto rappresenterebbero la versione cafè racer, scrambler e dirt tracker.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email