griso

Moto Guzzi lancia la serie speciale per la sua due ruote più anticonformista, la Griso

Una delle moto più anticonformiste della Moto Guzzi è la Griso. La Casa di Mandello del Lario ha prodotto una serie speciale della Griso 8V in cui affianca all’elegante grafica “Black Devil”, la nuova livrea Rosso Trophy, un concetto cromatico che esalta l’anima sportiva dell’affascinante naked lariana. Tra i particolari che ne fanno un’autentica “fuoriserie” vi sono il rivestimento della sella in tinta con le cuciture doppie a filo grigio, le affascinanti ruote a raggi con canali personalizzati dalla scritta Moto Guzzi in rosso oltre alla citata grafica Black Devil. Motorizzata con il moderno propulsore bicilindrico trasversale a V di 90° della serie “Quattrovalvole”, capace di sviluppare una potenza massima di circa 110CV a soli 7500 giri/min, la Griso 8V SE si esprime sulla strada in modo vellutato e possente, facendo apprezzare la bontà di una ciclistica in grado di tenere sotto controllo la scalpitante cavalleria. Merito del telaio a doppia trave superiore, in acciaio ad alta resistenza e dalle direttrici generosamente dimensionate, dove le nervature non sono il frutto di una semplice suggestione estetica, ma sono calcolate per conferire all’insieme una rigidezza elevatissima ai momenti torsionali.

Il motore “Quattrovalvole” rappresenta la più avanzata tappa evolutiva del mitico bicilindrico trasversale a V di 90°. Fin dal suo debutto ha stupito per contenuti e prestazioni erogate, le più elevate mai prodotte da un motore Moto Guzzi di serie, ottenute attraverso il trapianto della distribuzione monoalbero a camme in testa, che comanda 4 valvole per ciascun cilindro, inclinaterispettivamente di 15,5° allo scarico e 16.5° all’aspirazione. Con la Griso 8V SE Moto Guzzi riconferma un’idea stilistica unica, dove il concetto e la sua realizzazione si sono espressi senza cedere a compromessi, a vincoli tecnici, storici o culturali. Una moto d’istinto, pura e solida come una roccia, dalla fortissima personalità, dove la materia appare scolpita con artistica ispirazione. Lavorazioni e forme sinuose che si riflettono tra cromature e finiture satinate per far scoprire ogni volta un particolare nuovo. Una moto maschia, lunga e possente, dalle masse evidenti e distinguibili, dove il motore “Quattrovalvole” pare incastonato per magia in un telaio che lo afferra dall’alto quasi a volerne esibirne le forme rivoluzionate.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email