jorgelorenzo

MotoGP, Lorenzo va alla Ducati. Ingaggio milionario per lo spagnolo

Jorge Lorenzo lascia la Yamaha e va alla Ducati. Dopo una lunga trattativa il pilota spagnolo e attuale campione del mondo in carica della MotoGp approda alla Casa di Borgo Panigale. Il contratto che ha firmato comprende le stagioni 2017 e 2018. È arrivata anche l’ufficialità: “Ducati annuncia di aver raggiunto un accordo con Jorge Lorenzo grazie al quale il pilota spagnolo disputerà il Mondiale MotoGP 2017 e 2018 in sella alla Desmosedici GP del Ducati Team”. È il breve comunicato della scuderia italiana che è arrivato ieri dopo la nota della Yamaha che sanciva la separazione da Lorenz: “Yamaha Motor Co., Ltd. annuncia che la sua partnership con Jorge Lorenzo sarà interrotta alla fine della stagione di MotoGP 2016, quando Lorenzo passerà a una nuova sfida. Dal momento che Lorenzo si è unito al Factory Racing team Yamaha nel 2008, hanno vinto tre campionati del mondo MotoGP (2010, 2012 e 2015), hanno conquistato 41 vittorie e sono stati sul podio 99 volte su 141 gare disputate. Yamaha è estremamente grata per i contributi di Jorge ai suoi successi sportivi e non vede l’ora di condividere i momenti più memorabili durante le restanti 15 gare di MotoGP 2016 nella nona stagione insieme. Yamaha Motor Co., Ltd. desidera il meglio per Lorenzo nelle sue attività future da pilota e ribadisce il pieno sostegno della squadra Movistar Yamaha MotoGP sulla sua stagione attuale per raggiungere il suo quarto titolo della MotoGP”.

Per il maiorchino quella con la Ducati è una vera e propria sfida dal momento che con la Rossa di Borgo Panigale è riuscito a vincere solo Casey Stoner. Jorge Lorenzo andrà a guadagnare 25 milioni di euro in due anni e correrà proprio con la Ducati con cui il suo compagno e grande rivale Valentino Rossi invece ha fallito. Va comunque precisato che Lorenzo non guiderà la stessa moto che ha avuto il “Dottore”. C’è già una differenza abissale tra la Ducati con cui Valentino ha gareggiato e quella attuale di Dovizioso e Iannone e le differenza saranno ancora più marcate con quella futura. Restano due ultimi punti da definire: chi sostituirà Lorenzo alla Ducati (in pole c’è il nome di Maverik Viñales) e chi sarà il compagno dello spagnolo: tra i due Andrea, Iannone e Dovizioso, uno è di troppo, ma è probabile che resti il Dovi.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email