agott

MV Agusta, la Brutale 800 RR diventa Ago TT: dedicata a Giacomo Agostini

La Ago TT è la special realizzata da di Deus Ex Machina, in collaborazione con MV Agusta e Motul, per celebrare uno dei binomi che hanno fatto la storia del motociclismo: quello tra Giacomo Agostini e la casa varesina con cui il campionissimo ha vinto 13 dei suoi 15 titoli mondiali. Si tratta di un progetto volto a riportare al giorno d’oggi l’immagine del motociclismo sportivo di un tempo, utilizzando il fascino e il “calore” di materiali come l’alluminio battuto a mano.

agott2

La base è stata la MV Agusta Brutale 800 RR di serie: il progetto di Michael Woolaway è stato trasportare in chiave moderna il design delle iconiche moto da corsa degli anni ’60 e ‘70. Infatti sulla nuova Ago TT è presente un lungo serbatoio con gli incavi per le ginocchia, una minuscola sella monoposto e un ancor più rastremato codino, che punta verso il cielo. Tutte queste nuove sovrastrutture sono state realizzate interamente a mano, battendo una dopo l’altra numerose lastre di alluminio. Scompare, rispetto alla moto di serie, il faro anteriore per lasciare spazio ad un frontale piatto, il telaio è stato verniciato di rosso e la strumentazione lascia il posto ad uno strumento circolare dall’aspetto più retrò. Il codino viene ospitato da un nuovo telaietto posteriore. Le modifiche non riguardano solo l’estetica: ci sono due nuovi terminali di scarico in nero opaco, l’ammortizzatore di sterzo è stato spostato sul lato sinistro della moto e l’impianto frenante è stato potenziato mediante l’utilizzo di dischi freno pieni. Al posto del manubrio alto troviamo ora i semimanubri, posizionati direttamente sugli steli della forcella, per una posizione di guida bassa e slanciata in avanti, proprio come sulle moto da corsa anni ’60.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email