dragster

Mv Agusta, la serie limitata del Reparto Corse Dragster 800: sarà prodotta in 300 esemplari

Dopo la F3 RC e F4 RC arriva un’altra versione speciale di MV Agusta: con la sigla e i colori del Reparto Corse, impegnato anche quest’anno nei campionati mondiali Suberbike e Supersport, è stata presentata la nuova Dragster 800 RC che non è nata esattamente per la pista ma è stata rivista rispetto alla Dragster e, come nel caso della Dragster 800 RR, monta il più evoluto tre cilindri varesino accredito della potenza di 140 cavalli a 13.100 giri contro i 125 della 800. Le novità che risaltano sono indubbiamente la grafica tricolore che si rifà alla livrea della F4 e F3 da corsa, con tanto di numero 37 a ricordare i mondiali marche vinti da MV e i nomi degli sponsor applicati su serbatoio e sottomotore, il telaio verniciato di rosso e le ruote integrali in lega leggera, invece che a raggi come sulle altre versioni speciali Dragster. Le ruote sono nere, i foderi forcella sono anodizzati oro e la sella è bicolore rosso/nero. La Dragster 800 RC con l’abbondanza di componenti in fibra di carbonio è un ottimo esempio di manifattura artigianale: il parafango anteriore, le paratie di sfogo per il radiatore, il pannello che fa da compatto cupolino e i cerchi forgiati RC, leggerissimi e dal disegno racing, delineano un quadro di cura e attenzione ai dettagli.

dragster2

La 800 RC sarà prodotta in 300 esemplari numerati e certificati. La base tecnica è simile alla 800 RR: il Tre Pistoni da 140 cv, e 8,77 kgm di coppia massima a 10.100 giri, ha il cambio estraibile da sei marce e la frizione con dispositivo antisaltellamento meccanico. La dotazione elettronica verte sull’acceleratore ride by wire, le quattro mappe motore (road, rain, sport e custom), il controllo di trazione tarabile su otto livelli e la cambiata quick shift in salita e discesa. L’omologazione è Euro 3 e le prestazioni massime indicano in 245 km/h la velocità massima. La ciclistica è incentrata sul telaio tubolare in acciaio altoresistenzaiale integrato da piastre laterali in lega d’alluminio. Il forcellone monobraccio è come sempre in fusione di lega leggera e il passo è contenuto in 1.380 mm. Forcella Marzocchi rovesciata da 43 mm ultraregolabile e mono posteriore progressivo Sachs completamente regolabile garantiscono un’escursione utile di 125 mm alle ruote. Che sono appunto integrali nelle misure 3.50×17 e 6.00×17 e montano pneumatici 120/70 e 200/50. Il peso a secco è dichiarato in 168 kg, come per la 800 RR che è in vendita a 17.090 euro. Caratteristica della versione RC è infine l’ammortizzatore di sterzo regolabile su otto posizioni. La nuova Dragster 800 verrà esposta a EICMA.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email