nolan

Nolan Group mette all’asta il casco replica di Fabrizio Pirovano per aiutare la famiglia

Una iniziativa di Nolan Group per aiutare la famiglia di Fabrizio Pirovano. Uno dei più grandi piloti italiani del campionato Superbike e punto di riferimento per la comunità motociclistica italiana non solo per la sua fantastica carriera ma anche per il suo carisma e il suo stile se ne è andato lo scordo anno a causa di un male incurabile. I suoi tifosi e il mondo delle due ruote non lo ha dimenticato. E per questo motivo Nolan Group, che per lui realizzava i caschi, ha deciso di creare una replica in pezzo unico della sua livrea sul casco X-802RR Ultra Carbon e metterlo all’asta per beneficenza: il ricavato sarà devoluto interamente alla compagna di Fabrizio e ai suoi figli. Tra gli accessori che vengono venduti assieme a questa specialissima versione one-off, ci sono pinlock, visiera dark green, tear off ed esclusiva borsa porta casco in pelle. La base d’asta è di 1.000 euro, ma la speranza è che si possano raggiungere cifre davvero importanti. Il “Piro” ha iniziato la sua avventura nelle gare motocross 50cc nel 1977, per poi capitare per caso in pista dove ha subito mostrato le sue capacità. Nel giro di pochi anni si ritrovò a competere nel campionato mondiale delle derivate di serie, che praticamente è nato con lui. Qui fu vice campione per due volte nella massima categoria, ma fece suoi anche 5 titoli Italiani SBK, 1 titolo nella 200 miglia di Misano, 1 titolo Intercontinentale Supersport, 1 titolo Mondiale Supersport.

nolan

Realizzato su base del modello X-802RR ultra carbon dell’ X-lite, questo pezzo unico è interamente finito a mano, con la grafica che riprende i colori classici del pilota riproducendoli attraverso innovative sfumature di colore. Il casco viene venduto con una completa dotazione di accessori: pinlock, visiera dark green, tear off ed esclusiva borsa porta casco in pelle e il ricavato sarà interamente devoluto alla compagna di Fabrizio Pirovano e ai suoi figli. La base d’asta è di 1.000 euro.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email