meriva3

Opel, il futuro della Meriva ha il look del crossover: tutti i dettagli del nuovo progetto

Il futuro della Opel Meriva ha i tratti di un crossover. La vettura è attesa per il prossimo Salone di Ginevra (marzo 2017) per poi debuttare nei mesi successivi. Alla Meriva seguiranno poi una serie di Suv e Crossover pianificati da Opel: in programma ci sarà il rimpiazzo di Zafira e Antara che rappresenterà l’offensiva di Opel nel segmento C così da competere con Qashqai, Kuga, Tucson e simili. Infine ci sarà un terzo modello di taglia media che condividerà la piattaforma con la Insignia e sfrutterà la piattaforma di General Motors condivisa con il marchio Buick. L’auto dovrebbe debuttare nel 2020 e sarà assemblata nell’impianto tedesco di Opel.

meriva2

Insomma si sta diffondendo anche per altre categorie oltre ai Suv la filosofia delle ruote alte. I crossover hanno infatti diffuso questo concetto nelle cittadine di segmento B e C e, nel mondo delle monovolume, i francesi si sono mossi in questa direzione con gli esempi di Peugeot (3008 e 5008) e Renault Espace, tutti modelli che hanno abbracciato la filosofia dei crossover proponendo un look più “rugged”. Pertanto anche Opel Meriva (ammesso che mantenga questo nome) potrebbe “crossoverizzarsi”, sebbene l’auto resterà lontana dal mondo dei Suv. Il look seguirà la moda ma lo spazio interno resterà quello tipico delle monovolume, così da mantenere il target delle famiglie e non perdere uno dei punti di forza di questo modello. La nuova Meriva utilizzerà la piattaforma del gruppo PSA grazie agli accordi tra GM e i francesi ed è proprio la scelta del pianale il motivo per cui si passerà ad una carrozzeria in stile crossover, ritenuta da Neumann più “calzante” con il nuovo pianale nonostante la volontà di mantenere un look tradizionale.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email