HuayraPearl

Pagani svela l’eclusivissima Huayra Pearl: one-off ispirata alla Zonda

In attesa del modello Roadster, arriva l’ultima esclusiva supercar realizzata dalla Pagani Automobili. Si tratta della Huayra Pearl, un esemplare unico venduto a un prezzo top secret e assemblata per un facoltoso cliente del brand modenese innamorato della Zonda (il famoso primo modello della casa modenese). La nuova Pearl ha richiesto un anno di lavoro e fa parte di una delle 100 unità della produzione già tutta venduta della Huayra. Numeri e caratteristiche importanti per la nuova creatura della Pagani: infatti considerati il motore e il cambio come pezzi unici, la Huayra Pearl è costituita da più di 5.000 componenti, parte dei quali sono stati personalizzati per ottenere un risultato davvero unico. Il suo design unisce con un tratto continuo il passato e il presente dell’azienda emiliana. Si apprezzano le citazioni stilistiche delle sportivissime Zonda R e Huayra BC e della Zonda S, di cui la Pearl riprende il caratteristico alettone diviso in due parti, una delle firme del modello. Un dettaglio che è combinato con gusto e, soprattutto, efficienza dei flussi d’aria con il nuovo spoiler anteriore e con una presa d’aria sul tetto della vettura. Soluzioni che, spiegano i tecnici, hanno permesso di aumentare il carico aerodinamico in velocità ma anche di incrementarne i ”g” di accelerazione laterale sopportabile in curva e, quindi, le performance su strada.

HuayraPearl2

Nel frattempo in Pagani fremono i preparativi in vista del grande reveal della Roadster, confermato ufficialmente per il 2016. Come ha sottolineato lo stesso Horacio Pagani, ”sarà la prima roadster al mondo a pesare meno del coupé”. Un’auto che condividerà molti elementi con l’attuale Huayra ma che, come ha chiarito il numero uno dell’azienda italiana ”sarà una macchina totalmente nuova rispetto al coupé”.  Sono solo queste le anticipazioni sul nuovo modello per il quale non ci sono ancora indicazioni ufficiali né sulla scelta della data del reveal né sul luogo. L’unica cosa certa è che l’auto è piaciuta molto ai potenziali clienti, tanto che per ammissione dello stesso Pagani: ”È quasi sold out”.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email