parabrezza3

Parabrezza sulla Formula 1? Vantaggi e svantaggi di questa soluzione

Guardando le prove libere del GP di Sochi in Russia non è sfuggito agli appassionati il parabrezza montato sulla monoposto della Red Bull di Daniel Ricciardo. Ma è questo il futuro della Formula 1? Questa soluzione è molto probabile e il dispositivo di sicurezza adottato dalla scuderia austriaca sembra convincere di più rispetto a “Halo”, che è stata la proposta della Ferrari. E dal momento che l’ipotesi Red Bull potrebbe essere adottata vale la pena capire di cosa si tratta, a cosa serve, i pregi e i difetti.

parabrezza2

Il parabrezza serve a evitare verifichino incidenti come quello capitato a Felipe Massa durante il GP d’Ungheria del 2009. In quell’occasione il pilota brasiliano – all’epoca portacolori Ferrari – fu colpito alla testa da una molla staccatasi dalla Brawn GP di Rubens Barrichello e fu costretto a saltare il resto della stagione. Una soluzione per proteggere la testa dei piloti è stata pensata già dalla Ferrari stessa che durante i test invernali di Barcellona scese in pista con una monoposto guidata da Kimi Räikkönen dotata del sistema Halo. Tuttavia tale sistema non è piaciuto per due ragioni: l’estetica (tubi neri che formano una specie di gabbia) e la scarsa visibilità (uno dei tubi si trova davanti al pilota). Mentre il parabrezza Red Bull ha un design gradevole e, soprattutto, offre una maggiore visibilità al pilota rispetto all’Halo senza pregiudicare la sicurezza.

parabrezza

Anche la proposta austriaca ha i suoi contro: infatti questa mattina durante le prove Daniel Ricciardo ha avuto qualche problema di accessibilità a bordo. In caso di incidente un pilota deve poter uscire dalla propria monoposto in tempi rapidi. Insomma si tratta di  elementi che vanno limati a caccia della soluzione migliore ma sembra che la scelta del parabrezza montato sulla monoposto possa essere il futuro della Formula 1. In tutti i casi bisogna attendere ulteriori prove per dare la risposta definitiva.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email