Pratico, silenzioso, dai consumi ridotti. Il nuovo Piaggio Medley svela le sue armi

Un obiettivo chiaro, ben impresso nel suo Dna: quello di contrastare il dominio Honda nel settore 125 e 150 sul mercato italiano. Impresa ardua, sicuramente, e che però non spaventa troppo l’ultimo nato in casa Piaggio, il “ruota alta” Medley, forte di un look molto curato e studiato fino in fondo per consentire al conducente il massimo della comodità. In questo senso è ad esempio concepito il tappo del serbatoio, posizionato sul canale centrale della pedana così da consentire di fermarsi e fare il pieno in un’area di servizio senza nemmeno dover scendere dalla sella.

Al cavalletto centrale si affianca poi uno laterale, con pulsante d’apertura elettrica della sella nel blocchetto comandi a sinistra del manubrio. Il vano sottosella ha capienza quasi raddoppiata rispetto alla media dei rivali, consentendo di riporre all’interno comodamente anche due caschi integrali e rendendo quasi superfluo il bauletto, comunque disponibile come optional.  Il vano situato nel retroscudo non è invece enorme ma dotato di presa usb per ricaricare il proprio telefono quando si è in viaggio.

A spingere i 13 chili del Piaggio Medely c’è il motore Piaggio iGet, ultima evoluzione dei propulsori monocilindrici Euro4 realizzati dalla casa di Pontedera. Lo Start&Stop (che può essere disattivato) spegne il motore dopo 4-5 secondi che il veicolo si è fermato e lo riavvia silenziosamente. Un due ruote maneggevole, pratico e funzionale, dai consumi limitati e disponibile a prezzi competitivi:  3.440 euro per il 150, 200 in meno per il 125.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email