kortezh

Putin fa lo ‘zar’ anche su strada: la nuova (enorme) limousine presidenziale

La crisi ha leggermente influenzato i programmi di sviluppo dell’industria automobilistica russa. Ma adesso, sotto l’impulso del Governo e del presidente Putin, arrivano forti segnali di vitalità e di ottimismo. Infatti è in dirittura d’arrivo il programma Cortege (Kortezh in russo, Corteo in italiano) che prevede la creazione di una inedita piattaforma per veicoli di fascia alta, con quattro declinazioni di carrozzeria: berlina, minibus, suv e limousine di rappresentanza. E la Kortezh in variante ‘lunga’ farà il suo  ingresso nel garage di Putin come prima Limousine ufficiale della nuova Russia andando a prendere  il posto delle Mercedes Classe S usate negli ultimi anni.

Il programma Cortege è complesso è articolato: è partito dagli studi dell’ente di Stato NAMI Research Institute e vede la partecipazione della Sollers JSC e della Rostec (il colosso dell’industria militare e aeronautica) oltre che delle industrie automobilistiche AvtoVAZ e Kamaz e della società commerciale Rosavto che – come riporta la Komsomolskaya Pravda – avranno essenzialmente il compito di partner commerciali e di assistenza attraverso la loro rete di dealer. Sollers è è uno dei più importanti conglomerati del settore in Russia, partner di Ford, Mazda e SsangYong, e produttore dei veicoli Uaz e dei motori benzina e diesel Zmz, per un totale di 550mila veicoli all’anno e un fatturato pari a 6,44 miliardi di euro.

kortezh2

Per quanto riguarda i costi per lo sviluppo della gamma e della sua industrializzazione si aggirano attorno ai 350 milioni di dollari, di cui circa 140 saranno coperti da sussidi statali, mentre il business plan prevede la produzione a partire dal 2017 di 40mila unità tutte basate sulla stessa architettura modulare. Decisamente ampio anche il range dei prezzi a cui saranno proposti al pubblico i veicoli della famiglia Cortege, dal corrispettivo di circa 15mila euro (probabilmente per la variante più semplice del minibus) fino ai 300mila euro della limousine a passo lungo, blindatura esclusa. Secondo quanto riferito dai media russi solo il5% della gamma Cortege sarà riservato a politici e alti burocrati, mentre il resto della produzione verrà proposto alla clientela privata. Oltre al contributo degli ingegneri del Nami e delle strutture di R&D della Sollers, la nuova limousine di Putin conta infatti sul contributo di nomi prestigiosi, come quello di Porsche Engineering che ha lavorato al progetto e allo sviluppo del V12 benzina montato sulla berlina ‘presidenziale’.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email