relic

Relic Motorcyles, l’ultima creazione è un bombardiere completamente nero

“Una reliquia è qualcosa che rimane o che non è stato divorato dal passato. Ecco cosa facciamo, cerchiamo di iniettare di nuovo la vita in vecchie moto trovate nei posti più sperduti, in fondo a capanni, dietro pile di scatoloni”. È lo spirito dei ragazzi danesi di Relic Motorcyles specializzati nel dare vita nuova alle moto. I tre vengono da settori molto lontani dal mondo delle due ruote ma comunque usano la creatività per mestiere: sono un architetto, un graphic designer e un impiegato nel business delle app. E una delle loro migliori creazioni è una BMW R100RS del 1981, una moto ex Polizia Danese che, pare, avesse bisogno di tante cure visto lo stato in cui era ridotta. Dopo il trattamento Relic, la bavarese ha perso gli ingombranti volumi di serie, per trasformarsi in un minaccioso siluro nero. Il nome è evocativo, Black Baron, in onore alla nazionalità del famoso asso della prima guerra mondiale.

Corposi i lavori si smantellamento delle sovrastrutture: la parte posteriore è stata completamente eliminata, mentre la zona centrale del telaio è stata allungata per poter montare la sella monoposto Biltwell per Harley-Davidson, sotto a cui fanno bella mostra due file di luci a LED che fungono da stop. Gli ammortizzatori posteriori sono stati rimpiazzati da un paio di Hagon da 420 millimetri, all’anteriore nulla di significativo a parte gli steli della forcella vistosamente sfilati. Per quanto riguarda il motore, sono arrivati gli immancabili filtri aperti K&N ed è sparita la scatola del filtro, al suo posto una piccola ma potente batteria a litio JMT. La moto è stata completamente riverniciata di nero, è stato sabbiato e successivamente ripitturato il blocco motore e montato due scarichi tagliati opachi. Bello l’effetto hi-tec del serbatoio, ricoperto di carbonio, che si sposa bene con la piastra con strumento Motogadget integrato.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email