rapid

Restyling per la Skoda Rapid: modifiche estetiche e tecniche per la compatta ceca

A quattro anni dal lancio della Skoda Rapid è tempo di restyling per la compatta ceca. Le modifiche estetiche e tecniche verranno mostrate al prossimo Salone di Ginevra dal 9 al 19 marzo. Verranno introdotte una serie di novità riguardanti forma e contenuti: si parte dall’aspetto estetico, con un look leggermente più aggressivo grazie all’adozione di linee maggiormente tese al frontale e al posteriore, per arrivare all’adozione di nuovi sistemi di assistenza alla guida. La principale novità, però, è rappresentata dall’impiego di un nuovo propulsore dalla cubatura contenuta, che va a sostituire nel listino l’attuale 1.2 TSI. Nel dettaglio si tratta del propulsore a tre cilindri 1.0 TSI, offerto in due differenti step di potenza: 95 e 110 cv. Tale unità, stando ai valori ufficiali, consente alla vettura di accelerare da 0 a 100 km/h in 9,8 secondi (11 secondi netti per il modello da 95 cv) con un consumo nel ciclo combinato pari a 4,4 l/100 km e 104 g/km (101 g/km) di CO2 emessa. La gamma è poi completata dai motori 1.4 TDI da 90 cv, 1.6 TDI da 115 cv e 1.4 TSI da 125 cv.

rapid2

Il lieve ammodernamento delle linee si affianca all’impego di proiettori bixeno, con luci di posizione a Led, e la possibilità di optare per cerchi di lega dall’inedito design. L’abitacolo è ancora più tecnologico grazie all’impiego del sistema Wlan hotspot, che consente di accedere ai numerosi servizi offerti dall’Infotainment Online, come la visualizzazione in tempo reale del traffico. La Rapid è inoltre equipaggiata con prese Usb anche per chi siede dietro, così da consentire di collegare via cavo qualsiasi dispositivo e provvedere alla ricarica in marcia per tutti i passeggeri. Fra i sistemi di assistenza alla guida non mancano, fra l’altro, l’Hill-Climb Assist e il Front Assist, dotato di frenata d’emergenza automatica.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email