patente

Revisione patente, le prove si faranno sul tablet. Tempi e errori: ecco cosa cambia

Nuove regole per l’esame di revisione della patente. Un decreto del ministero dei Trasporti – oggi in Gazzetta Ufficiale – detta le nuove regole dell’esame, ora in linea con la normativa europea. Gli esami di revisione si svolgeranno su questionari che le Scuola Guida ricaveranno da una banca dati del Dipartimento per i trasporti. I questionari non saranno tutti uguali e verranno forniti agli esaminatori secondo un criterio di casualità. Il candidato – che dovrà scegliere tra la casella “vero” e la casella “falso” ad ogni domanda – affronterà la prova su “supporto elettronico” (tipo un tablet).

Tutti gli esami di revisione saranno svolti: per la revisione della patente di categoria AM (ciclomotori, età minima 14 anni) le domande saranno 20. La prova dura 20 minuti, ammessi solo 2 errori pena la bocciatura; per la revisione della patente di categoria A1, A2, A, Bl, B, BE, le domande saranno 30. La prova è di massimo 30 minuti, quattro errori portano alla bocciatura; per la revisione della patente di categoria C1 e C1E (con codice 97, condiviso in tutta la Ue), le domande saranno sempre 30 quiz, la durata massima è fissata a 30 minuti, permessi solo 3 errori; per la revisione della patente di categoria C1, C1E, C, CE, ancora 30 quiz, 30 minuti di durata e 3 errori ammessi; per la revisione della patente di categoria D1, D1E, D, DE, stesso menu: 30 quiz, 30 minuti per lo svolgimento, 3 errori possibili; per la revisione della Cqc (la carta di qualificazione del conducente): 40 quiz, tempo di risposta a 40 minuti, ammessi 4 errori; per la revisione della Cqc per il trasporto di persone, come sopra: 40 quiz, 40 minuti, massimo 4 errori.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email