ebr

Ritorno in grande stile per la EBR: la casa americana propone due nuovi modelli

La Erik Buell Racing ha un nuovo assetto societario e ha messo in cantiere la produzione di nuove moto per il 2017. Erik Buell è molto conosciuto dagli appassionati: le sue moto motorizzate Harley Davidson sono entrate nell’immaginario collettivo al pari delle difficoltà del marchio rilevato proprio da H-D e trasformato in EBR (Erik Buell Racing) nel 2014. Nello stesso anno ci fu l’approdo in Superbike e nel 2015 l’arrivo di Niccolò Canepa, poi il fallimento. In un comunicato pubblicato dal Milwaukee Journal-Sentinal, il 65enne fondatore Erik Buell ha spiegato che un accordo per garantire maggiori finanziamenti a EBR è saltato, non lasciando alternative se non quella di chiudere i battenti: “Dopo che abbiamo pensato di essere in grande crescita, le cose hanno preso una piega inaspettata. Avevamo pensato di avere dei finanziamenti, ma alla fine non siamo stati in grado di ottenerli. Quindi, ora, dobbiamo cercare di fare il meglio possibile, date le circostanze, per tutte le parti coinvolte”.

ebr2

Adesso per tutti gli appassionati dall’America arriva la notizia che la EBR ha un nuovo assetto che le ha permesso di mettere in cantiere la produzione di nuove moto entro il prossimo anno. Il nuovo proprietario è Bill Melvin e ha ribadito che entro l’autunno di una street-bike “veloce e bassa” e si proseguirà cercando di ampliare la gamma usando come piattaforma il motore 1190cc. Già dalle prossime settimane verrà lanciata una nuova linea di capi di abbigliamento firmati EBR mentre il team ufficiale Splitlath proseguirà a correre nei campionati internazionali con la bella Shelina Moreda.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email