swm

Il ritorno tanto atteso della SWM Gran Milano: una cafè racer compatta e leggera

Rinasce la SWM: il marchio storico degli anni 70-80, specializzato nella produzione di fuoristrada è tornato sul mercato grazie a un team di tecnici italiani e a solidi capitali cinesi. SWM è acronimo di acronimo di Speedy Working Motorcycles e nello stabilimento Husqvarna, alle porte di Varese, ha prodotto al nuova moto. Si chiama Gran Milano: una café racer grintosa e leggera (solo 145 kg), perfetta per chi è alle prime armi e non si accontenta dei “semplici” scooter, ma cerca un mezzo bello, facile e al giusto prezzo. La Gran Milano sfoggia soluzioni tecniche classiche e componentistica di qualità: telaio monotrave a doppia culla in acciaio, motore monocilindrico 440 con raffreddamento misto aria-olio e alimentazione a iniezione, dischi freno con profilo a margherita e pinza radiale anteriore.

swm2

Questa cafè racer è una moto tutta d’un pezzo, con i semimanubri che si stringono sul serbatoio spigoloso e i due grossi indicatori analogici posti sopra il grande faro tondo privo di cromature. L’avantreno è sorretto da una forcella a steli rovesciati regolabile da 43 mm, che va’ a stringere una ruota a raggi da 17″ frenata da un disco flottante da 320 mm. Il telaio monotrave con doppia culla in tubi d’acciaio abbraccia il monocilindrico raffreddato ad aria dal quale parte un doppio impianto di scarico che si estende lungo i fianchi della moto. La sella monoposto si appoggia su un doppio ammortizzatore idraulico completamente regolabile, associato ad un forcellone che stringe una ruota a raggi da 17″ con freno a disco da 240 mm.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email