tracker

Royal Enfield Continental GT trasformata in una Tracker: la special di Sasha Valentino e Sean Skinner

L’hanno chiamata Royal Tracker ed è la special realizzata da Sasha Valentino della Café Racer XXX di Baltimora e Sean Skinner della MotoRelic di Hamilton negli Stati Uniti. La base di partenza è una Royal Enfield Continental GT, modello sbarcato in Europa nel 2013 ma che in poco tempo si è guadagnato una folta schiera di ammiratori. La special è stata realizzata con la collaborazione di Royal Enfield Nord America, potente filiale americana della casa indiana di origini britanniche. Alla realizzazione della special ha contribuito anche la nutrita comunità on-line di Café Racer XXX, chiamata più volte in causa per decidere su alcune questioni inclusa quella iniziale sullo stile da dare alla moto. Sono stati proprio i fans dello shop del Maryland a decidere di trasformare la Continental GT in una ‘Tracker’.

tracker2

Gli interventi apportati hanno riguardato in sequenza: il serbatoio che è stato prelevato da una Yamaha XT225 e appositamente modificato, il telaietto in alluminio e la sella in pelle che sono stati realizzati appositamente per questa moto mentre la forcella è stata accorciata e dotata di molle della K-Tech, marchio che fornisce anche gli ammortizzatori posteriori. Non male il faro anteriore full LED e il sistema di scarico appositamente realizzato con terminale sul lato destro. Il propulsore è il monocilindrico da 535cc raffreddato ad aria, due valvole, carburatore singolo e trasmissione a 5 marce, una derivazione del motore Bullit soggetta solo a pochissimi aggiornamenti dal suo lancio a metà anni ’50 e di cui oltre 3 milioni di unità circolano ancora sulle strade indiane. La Royal Enfield Continental GT “Tracker” di Café Racer XXX e MotoRelic presenta un look decisamente accattivante che potrebbe conquistare diversi tipi di appassionati e potrebbe diventare la moto che Royal Enfield utilizzerà per sfondare definitivamente sul mercato statunitense. Infatti il modello sarà presente al Progressive International Motorcycle Show di Washington (6-8 gennaio 2017) dove ne verrà valutato il responso del pubblico.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email