maverick

Royal Enfield, ecco la Maverick: la Scrambler 350 creata da Dochaki Designs

In principio fu Ducati. È stata l’azienda di Borgo Panigale a dare un fondamentale impulso al fenomeno delle moto Scrambler. Si tratta di quei modelli con caratteristiche principalmente stradali, ai quali sono state apportati lievi modifiche per renderli adatti ad affrontare percorsi sterrati o brevi tratti fuoristrada. Partendo da questo presupposto diversi costruttori hanno lavorato in questa direzione proponendo moto in grado di soddisfare le molteplici esigenze dei clienti e degli appassionati: è il caso di Benelli con il suo Leoncino oppure di Fantic, che di recente ha riproposto il mitico Caballero. Gli inglesi di Royal Enfield ancora non si sono espressi in merito ma ci ha pensato Dochaki Designs (un customizer indiano): il punto di partenza è stata una Classic 350 ed è stato realizzato un esemplare unico di Scrambler: la Maverick.

maverick2

Il lavoro ha richiesto due mesi di tempo, nei quali è stato sostituito il forcellone posteriore con uno in grado di ospitare pneumatici più larghi rispetto agli originali, oltre a modifiche che hanno riguardato catena, ammortizzatori, freni ed altre componenti ancora. Anche il telaio è stato oggetto di intervento, allo scopo di aumentare la luce a terra della moto, così come la sella (rivestita in pelle nera) ed il manubrio sono stati ridisegnati nell’ottica di privilegiare la comodità sulla distanza. La Maverick utilizza anche un nuovo serbatoio, dalla capacità del 20% maggiore rispetto a quello montato di serie, mentre il parafango anteriore è stato reso di facile asportazione per quando si vuole utilizzare la moto in off-road. La verniciatura è il risultato di tre differenti tonalità applicate con la tecnica del mascheramento.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email