peugeoticockpit

Sedili di massaggianti e diffusori di essenze: con Peugeot il nuovo i-Cockpit coinvolge i cinque sensi

Il primo debutto di Peugeot i-Cockpit fu nel 2012 a bordo della 208. Poi l’abitacolo intelligente arrivò anche sulla 2008 e sulla 308. Sono oltre 2,2 milioni gli automobilisti che hanno provato i-Cockpit, la cui seconda versione verrà presentata al Salone di Parigi 2016 a ottobre. Le caratteristiche principali rimangono le stesse:volante ridotto per una sensazione di guida più sportiva, quadro strumenti in posizione rialzata (head-up display), grande touchscreen sulla plancia. Nella seconda generazione ci sarà un volante ridisegnato e ancora più compatto, con un anello che presenta due superfici piane per una migliore presa, e allarga il campo visivo lasciando maggiore spazio per le gambe del conducente. Nel quadro strumenti c’è uno schermo digitale ad alta risoluzione da 12,3’’ con grafica personalizzabile e il nuovo touchscreen da 8’’ è come un tablet posizionato al centro della plancia. È presente anche una consolle centrale dal design elaborato con toggle switch (interruttori) cromati e una inedita leva del cambio dal design modernissimo ed ergonomico.

La vera novità è che i servizi offerti dal nuovo I-Cockpit non si fermano solo alla sfera tecnologica con la navigazione 3D connessa con riconoscimento vocale, informazioni sul traffico in tempo reale da Tom Tom Traffic, e la possibilità di trasferire la navigazione e le indicazioni sull’itinerario direttamente sul quadro strumenti, telefono vivavoce con gestione sms. Ma riguardano anche i sensi dei passeggeri. Premendo un tasto quasi tutti i sensi sono istantaneamente sollecitati: la vista, agendo sull’intensità dell’illuminazione e sulle possibilità di cambiare l’ambiente cromatico, l’udito con i parametri dell’ambiente musicale, il tatto con i sedili che offrono massaggi in più punti, l’olfatto con il diffusore di profumi. Agli occupanti, inoltre, vengono proposti subito due ambienti: Boost, orientato ad una guida dinamica, e Relax, per una guida più serena.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email