kodiaq

Skoda, il Suv Kodiaq ha anche la sua versione coupé: ecco come sarà

Il nuovo Suv di Skoda, Kodiaq, ha la sua variante coupé. Lo ha confermato il boss della Casa ceca Bernhard Maier: pensato inizialmente per essere venduto in Cina, il nuovo Suv-coupé sarà proposto anche in Europa anche se è ancora incerto dove poterlo produrre. Il modello sembrerebbe in controtendenza con i valori fondanti del brand Skoda – concretezza, razionalità, spazio e soluzioni “smart” a prezzi onesti – ma, allo stesso tempo, costituirebbe un primo punto di arrivo per la strategia che recentemente è stata delineata dalla dirigenza Skoda, ossia quella di rendere più “emozionale” il marchio. Christian Strube, responsabile ricerca&sviluppo di Skoda, ha affermato che questa vettura sarà assolutamente necessaria per raggiungere questo obiettivo in Europa, anche se rimane – come anticipato – il problema di dove produrlo: “Il vero problema è che non abbiamo la capacità produttiva sufficiente per costruire tutto quello che abbiamo in mente di costruire”. Un’auto che, secondo Strube, è “pura emozione” e che potrebbe dunque dare ulteriore lustro alla reputazione di un brand che, con il Suv Kodiaq, ha dimostrato di avere grandi ambizioni.

kodiaq2

In tutti i casi vale la pena scoprire come sarà la Kodiaq sportiva. Come ipotizzato dai rendering di AutoExpress, in Skoda hanno intenzione di donare al Suv-coupé un look fuori dagli schemi, anche se inequivocabilmente Skoda: non mancherà il classico frontale con gruppi ottici sdoppiati (per donare uno “sguardo” alla vettura). I passaruota saranno più pronunciati e la linea del tetto scenderà in maniera dolce creando una coda alta e raccolta, con un grande e pratico portellone posteriore e un vano di carico che, nonostante non eguaglierà il volume “monstre” di Kodiaq, manterrà fede alla tradizione del marchio. All’interno lo spazio sarà inferiore rispetto a quello del fratello maggiore, ma non risicato come quello dei concorrenti diretti come BMW X4 e Mercedes-Benz GLC Coupé. Per quanto riguarda la tecnologia, la nuova vettura prenderà il meglio dalla banca dati del gruppo Volkswagen, scegliendo solo motorizzazioni in grado di garantire un coinvolgimento alla guida adeguato al segmento di appartenenza: difficilmente, dunque, ci saranno motori di potenza inferiore ai 180 CV e potrebbe invece debuttare una variante ibrida plug-in.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email