sparco

Sparco debutta nel mondo delle due ruote con i caschi in stile Cafè racer

Dalle tute ignifughe al debutto in Formula 1, dal mondo del tuning alle Supercar. Sparco è una delle aziende che hanno trovato il loro habitat naturale nel mondo dei motori e soprattutto delle quattro ruote. L’azienda nasce dal una idea di due giovani tornesi che hanno deciso di rendere più sicuro il mondo di cui facevano parte, il mondo delle competizioni automobilistiche. La fine degli anni ’70 è stato un periodo contraddistinto da grandi incidenti sulle piste di tutto il mondo e la FIA aveva deciso di correre ai ripari. Sparco fa la sua apparizione e rivoluziona il concetto di sicurezza. Nel 1978 arriva la prima tuta ignifuga, in grado di resistere 11 secondi al fuoco, in conformità con lo standard FIA 8856-2000. È solo l’inizio, da questo momento Sparco migliorerà di anno in anno, producendo tute sempre più resistenti. Da quel momento l’azienda ha proseguito il suo processo di evoluzione nel campo della sicurezza e l’ultimo passo sono i caschi in stile Cafè racer.

Il modello che Sparco propone è il casco Jet con visierina a scomparsa che ben si sposa con le moto classiche di nuova generazione. È disponibile in due varianti, CR-1 in ABS e CR-9 in carbonio, con prezzi rispettivamente di 139 e 239 euro. Sparco Café Racer CR-1 prevede, come anticipato, una calotta in ABS ad iniezione AVS-HRC, interni con trattamento antibatterico e anallergico removibili e lavabili, cinturino micrometrico con anello antifurto e predisposizione per il collegamento Bluetooth. È disponibile in due colorazioni – Bianco-Blu matt, Nero-Giallo Fluo matt –, nelle taglie dalla XS alla XL. La versione CR-9 differisce per la calotta in carbonio, per la chiusura a doppia D con anello antifurto e per la tinta: Carbon-Rosso matt.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email