spirit-motorcycles2

Spirit Motorcycles, la GP Sport R: quattro versioni per il nuovo marchio inglese

Si chiama Spirit Motorcycles ed è un nuovo costruttore di moto. Viene dall’Inghilterra e si pone l’obiettivo di ideare nuovi modelli offrendo prestazioni da moto da competizione su mezzi omologati. Parole che suonano familiari negli appassionati e ricordano il progetto che era alla base di Bimota e di altri costruttori del recente passato: un’idea reinterpretata ricorrendo ai mezzi tecnologici odierni e che vuole trovare uno spazio nel mondo delle moto esclusive e costose. Uno spazio ormai occupato soltanto da marchi importanti e capaci di garantire progettazioni accurate, qualità, affidabilità e assistenza tali da giustificare costi elevati.

spirit-motorcycles

Spirit Motorcycles mette assieme esperienze e persone provenienti da T3 Racing e da Spirit of the Seventies. La prima è una società inglese di progettazione motociclistica guidata da Tony Scott, nota anche per aver organizzato dal 2008 al 2014 il trofeo in pista Triumph Triple Challenge; la seconda è una conosciuta firma di preparatori di special, anch’essa britannica. Le due realtà si sono unite nel 2015 nel progetto M2-11/M7-11, nome in codice della nuova proposta GP Sport. Ovvero una nuova super sportiva pronto pista, che si sdoppia in variante naked e che viene offerta in doppia versione. Sono la GP Sport (con relativa edizione GP Sport “R”) e la GP Street, che è poi la variante naked della Sport, offerta anche in versione GP Street “R”. Ciascun modello è distinto per dotazione, livelli di potenza e gestione elettronica. Il programma di produzione prevede 50 esemplari per ciascuna delle quattro versioni a partire dal 2017, e a sottolineare che alla Spirit Motorcycles vogliono fare sul serio si presenteranno nel prossimo campionato nazionale Supersport.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email