ticket

Strisce blu, niente più multe se il ticket per il parcheggio non è sul parabrezza

Le strisce blu sono da sempre croce e delizia degli automobilisti. Aumentano la disponibilità di parcheggi, grazie alla rotazione della sosta che si determina con il pagamento della tariffa. Ma è anche vero che quel ticket è sempre oggetto di grandi discussioni da parte degli automobilisti. Adesso arriva una sentenza della Cassazione che fa chiarezza su un aspetto molto dibattuto: la presenza del ticket sul parabrezza. Il pronunciamento della Corte è abbastanza chiaro: addio multe se non si espone il ticket per il parcheggio sulle strisce blu. Secondo la Corte, il ticket che non viene esposto sul parabrezza non legittima la contravvenzione per violazione delle norme sulla sosta a pagamento. Anche se non esiste una norma che disciplini le modalità di esposizione del tagliando, è onere dell’automobilista scegliere dove renderlo massimamente visibile.

Come è possibile leggere sul portale LaLeggePerTutti.it, il codice della strada non indica espressamente il posto in cui deve essere collocato il tagliando, ma prescrive solo che questo sia visibile ai fini dei controlli del vigile o dell’ausiliare del traffico: può quindi essere appoggiato sul sedile anteriore o in prossimità del cruscotto nel lato del passeggero. Costretto a impugnare la multa, il conducente non ha diritto a chiedere anche la condanna alle spese dell’amministrazione, visto che può evitare il contenzioso scegliendo con cura dove collocare il tagliando. Insomma il concetto è abbastanza chiaro: quando la sosta è permessa a tempo limitato, i conducenti devono segnalare in modo visibile l’orario di inizio della sosta, esponendo il ticket in un luogo in cui sia facilmente visibile. Inoltre, ai fini della regolazione delle spese di giudizio, l’operato del vigile che non si accorge della presenza del tagliando e fa la contravvenzione è corretto, poiché in questo caso la multa è determinata da un comportamento erroneo dell’automobilista.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email