ignis

Suzuki, debutto europeo per la Ignis: il “baby Suv” è sempre più green

Ha debuttato al salone di Tokyo all’inizio del 2016e e adesso è pronta allo sbarco in Europa. La Suzuki Ignis sceglie Parigi per mostrarsi al pubblico del Vecchio Continente. Ignis come la crossover nata dalla collaborazione con la GM e prodotta dal 2000 al 2008, anche se quella di oggi non ha proprio nulla a che vedere con l’antesignana. Sono tante le novità che la caratterizzano: la piattaforma, concepita secondo moderni criteri di leggerezza e rigidezza; nuove le sospensioni, progettate per migliorare l’handling; nuovo il look, molto Suzuki da un lato (con echi di Swift), molto minimalista (con qualche tocco di originalità) dall’altro. Se la categoria è quella della Panda, l’altezza da terra di 18 cm ne fa inequivocabilmente una piccola Suv, cittadina per vocazione dimensionale, ma pronta a sfoderare la trazione integrale AllGrip (offerta in alternativa a quella anteriore) per soddisfare anche esigenze meno urbane.

ignis2

L’abitacolo punta sugli abbinamenti cromatici, con pennellate arancioni o color titanio, in accordo con la tinta della carrozzeria, che vivacizzano il bianco e nero dominante. L’adozione della nuova piattaforma e il passo di 244 cm hanno conquistato spazio per passeggeri e bagagli. La capienza del vano di carico è di 227 litri per le versioni 4×4 e di 267 per quelle a due ruote motrici. Al centro della plancia lo schermo touch da 7 pollici, sensibile anche quando si indossano i guanti e in grado di interfacciarsi via Usb con gli smartphone (Android Auto, CarPlay e MirrorLink). Per quanto riguarda il motore sulla Ignis torna il 1.2 Dualjet da 90 cavalli della Swift e della Baleno, che può essere completato dal Shvs, sistema che, grazie a un generatore starter integrato e alla batteria agli ioni di litio, contribuisce a ridurre i consumi. Il cambio è a cinque marce, manuale o automatico, la trazione integrale AllGrip distribuisce automaticamente la coppia tra i due assi attraverso un giunto viscoso.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email