ignis2

Suzuki Ignis, crossover per la città che non dimentica l’anima offroad

Dopo il concept arriva la versione ufficiale. È stata confermato per il 2017 l’arrivo del Suzuki Ignis, il crossover compatto in grado di espandere la gamma dei giapponesi. La vettura era già stata svelata un anno fa come un crossover per la città che però non dimentica l’anima da offroad del produttore grazie alla versione Ignis Trail. Con questo modello Suzuki completa la parte più bassa della gamma dopo il debutto della Celerio e l’avversaria nel mirino sembrerebbe essere la Panda di Fiat. Il produttore, infatti, avrà a disposizione sia una versione a trazione anteriore che quella a trazione integrale, sebbene abbia più volte specificato che non si tratta di un rimpiazzo per il mitico Jimny, ancora tutto da svelare.

Infatti quest’ultimo resterà in vendita fino al 2018 con l’attuale generazione ed è stato da poco presentato nel nuovo allestimento Jimny Street. Riguardo Ignis, invece, l’auto sfrutterà l’ultima novità del produttore, il Dualjet 1.2 visto sulla Swift e il Boostejet turbo da 1 litro, con la possibilità di ritrovare anche su questo modello il sistema ibrido di nuova generazione del produttore giapponese. La nuova Ignis rientra nel piano a medio termine lanciato da Suzuki che prevede il lancio nel mondo (solo alcuni arriveranno in Europa) di 20 nuovi modelli nei prossimi 5 anni: “L’obiettivo è arrivare a vendere 280 mila auto in Europa e a 3,4 milioni nel mondo entro il 2020”, dice Junya Kumataki, responsabile dello sviluppo prodotti Suzuki. Un obiettivo ambizioso ma che non spaventa i tecnici giapponesi. Il primo passo è proprio il lancio del nuovo Suzuki Ignis.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email