v-strom-650

Suzuki, la V-Strom 650 si evolve: novità estetiche e tecniche per la media crossover

La nuova V-Strom di Suzuki si svela a Intermot 2016. L’attuale versione si distingue dalla precedente per un motore più leggero e omologato Euro 4, un design rivisto, che si ispira maggiormente a quello della sorella maggiore e della sua antenata DR-Big, e ad alcune innovazioni pensate per assicurare maggior comfort durante i viaggi. Sono due le varianti della V-Strom: la “base” e la “XT” (disponibili nella nuova livrea gialla, oppure in bianco o nero) con quest’ultima si caratterizza per un indole più avventurosa e si differenzia dalle sorella per la presenza dei cerchi a raggi, del paramotore e dei paramani. Il motore della nuova V-Strom 650 è una rivisitazione di quello precedente e, grazie alle modifiche, il bicilindrico a V da 90° di 645 cc guadagna ora di più coppia ai bassi e medi regimi. Le maggiori modifiche riguardano l’utilizzo di nuovi pistoni, alberi a camme derivati da quelli della SV650, nuovi iniettori e valvole di diametro maggiore (31 mm quelle di aspirazione, 25,5 quelle di scarico); ma in tutto i nuovi componenti sono più di 60.

v-strom-6502

Completamente rivisto anche l’impianto di scarico, più leggero e con un design differente del precedente aiuta a mantenere più basso il baricentro della moto (il terminale si trova più in basso rispetto alla versione attuale). Su questo nuovo modello troviamo poi il sistema Idle Speed Control (ISC), che aiuta la moto negli avviamenti da freddo, e il “Low RPM assist”, che aiuta il pilota nelle manovre a bassa velocità alzando automaticamente il regime minimo di rotazione del motore. Rivisto il sistema di raffreddamento del motore, che ora presenta anche dei diversi deflettori, che allontanano il calore emesso dal motore dai piedi del pilota. Il comparto elettronico presenta il Traction Control, settabile su 2 livelli (1 meno invasivo e 2 più conservativo) o disinseribile. Il design della moto si ispira maggiormente a quelle delle sue antenate DR-Big e DR-Z. La nuova V-Strom 650 si presenta quindi con un look più avventuroso, linee più tese, un serbatoio più snello, un “becco” più appuntito e un nuovo cupolino (regolabile e di 9 mm più alto del precedente). Nuovi anche i fari, che derivano da quelli utilizzati sulla V-Strom 1000, inoltre, il faro anteriore richiama nella forma il DNA sportivo di Suzuki. Sulla versione XT troviamo, in più rispetto alla “base”, il paramotore in plastica e i paramani (e i cerchi a raggi).



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email