peugeot2

Tanta tecnologia e motore ibrido plug-in da 300 cavalli: ecco la Peugeot Instinct Concept

Il debutto al Mobile World Congress di Barcellona, poi una passerella al Salone di Ginevra (9-19 marzo): sono i primi passi del nuovo concept di Peugeot, la Insitnct. Una vettura futuristica che probabilmente non sarà prodotta in serie ma che anticipa le linee del futuro. La prima novità della vettura futuristica che anticipa le linee del futuro è il volante a scomparsa che esprime il carattere della Instinct. Quel volante in grado di rientrare integralmente nella plancia racconta l’interpretazione della vettura autonoma secondo la Casa francese: un’auto capace di offrire due modalità di guida manuale (Boost o Relax) e altrettante muovendosi driverless, Soft oppore Sharp. Nel qual caso ovviamente non serve il volante e nemmeno l’acceleratore, che pure arretra fino ad allinearsi al corpo della pedaliera.

peugeot3

Anche il quadro strumenti propone un’evoluzione dell’i-cockpit, con un megaschermo centrale che raccoglie, fra l’altro, le informazioni fornite da una piattaforma digitale sviluppata dalla Samsung, battezzata Artik Cloud e capace di una totale interazione fra la vettura e il mondo del suo proprietario, dalla domotica di casa a dati e info contenuti nello smartphone. Il tutto in un ambiente altrettanto innovativo nei materiali utilizzati per i rivestimenti, in larga parte ottenuti tramite stampa in 3D.

peugeot4

Il cuore dell’auto è un powertrain ibrido plug-in capace di 300 cavalli del quale la casa francese non ha ufficializzato i dettagli. In questa show car l’apertura delle porte è a libro, mentre il corpo vettura riprende invece sembianze relativamente convenzionali: una sorta di shooting brake di taglia media (lunghezza 4,55 m, larghezza 1,96 e altezza di soli 132 cm) con un frontale chiuso da due baffi luminosi verticali, oltre che segnato dal particolare sviluppo del cofano, che va a salire leggermente verso i passaruota. Tratti che probabilmente saranno presenti nelle Peugeot prossime venture. Il tutto in una carrozzeria votata alla ricerca aerodinamica: incanalata dalle feritoie ricavate nel frontale, l’aria percorre i passaruota anteriori, attraversa l’interno porte e il montante posteriore, per uscire in coda dopo aver attraversato i relativi vani ruota. Per gli effetti di bisognerà attendere le prove in galleria del vento dopo che la concept ideata dal centro stile Peugeot avrà concluso le sue esibizioni pubbliche. Quanto alla meccanica, infine, la Instinct poggia sul powertrain ibrido (due motori elettrici più un turbo benzina) che la Casa francese porterà al debutto di qui a un paio d’anni.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email