dovi2

Terremoto, la solidarietà dei campioni. Dovizioso mette all’asta la sua tuta per Amatrice

La prima vittoria in Ducati non si scorda mai. Andrea Dovizioso l’ha ottenuta domenica scorsa sul circuito di Sepang in Malesia davanti a Valentino Rossi e Jorge Lorenzo: un risultato importantissimo che il pilota italiano inseguiva da tempo e che per lui stava diventando un’ossessione. Nella stessa mattina in cui il forlivese si preparava alla gara, nel centro Italia c’è stata una forte scossa di terremoto e migliaia di persone hanno dovuto lasciare la propria casa, i propri posti di lavoro, le proprie scuole perché dichiarate inagibili. Dopo i festeggiamenti Andrea Dovizioso ha pensato a loro, ai bambini di Amatrice che dallo scorso 24 agosto convivono quotidianamente con le scosse. Dovizioso ha messo all’asta la tuta che indossava nella domenica di gara e il ricavato sarà devoluto a “E’ Clay Onlus” con l’obiettivo di adottare una struttura del Comune di Amatrice riservata all’infanzia.

dovi

Il gesto di Andrea Dovizioso per i terremotati non è isolato. Nelle ultime settimane tanti personaggio dello sport hanno cercato di mostrare la loro vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma. E per restare nell’ambito dei motori il circuito di Misano ha promosso un’asta benefica sul sito Charitystars.com, mettendo all’incanto una Yamaha YZF R1 con la livrea della M1 di Valentino Rossi e un cupolino della M1 del Dottore, entrambi autografati dal fuoriclasse pesarese. Qualche settimana fa la Mercedes – dopo aver vinto il titolo costruttori, il terzo consecutivo dopo quelli del 2014 e 2015, ha infatti deciso di mettere all’asta le tute autografate dei due piloti, Nico Rosberg e Lewis Hamilton, e di devolvere il ricavato per aiutare i comuni di Amatrice, Accumoli e gli altri colpiti dal sisma di questa estate.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email