streetscrambler

Triumph, la Street Scrambler allarga la famiglia delle Street Twin: una Bonneville con tanta tecnologia

La famiglia delle Street Twin si allarga: a EICMA arriva la Triumph Street Scrambler, moto iconica che va ad aggiungersi alla Street Cup. Si basa chiaramente sui medesimi principi di design della Street Twin ed il profilo della Bonneville resta una conferma. Il design è più essenziale e la differenza la fanno il serbatoio dotato di tappo con serratura, i coprimotore neri, il corpo farfallato singolo con particolari in alluminio, gli esclusivi morsetti e la superficie alettata. Non mancano tanti particolari rivisti quali la sella passeggero intercambiabile, il portapacchi posteriore in alluminio di serie, le pedane passeggero ed i supporti removibili, le pedane anteriori in stile “bear trap” in acciaio antiscivolo, la piastra di protezione motore, la doppia sella “a coste” con effetto Alcantara con cuciture a contrasto e logo Triumph in rilievo, la staffa del faro anteriore in alluminio con cornice nera e l’immancabile pannello laterale con piastra portanumero. La carrozzeria vede poi dei nuovi supporti per il parafango anteriore (per montare il cerchio più grande), le protezioni serbatoio in gomma a doppia mescola e i nuovi specchietti. Tre le colorazioni previste: Jet Black, Matt Khaki Green e Korosi Red e Frozen Silver, con filetti Jet Black verniciati a mano ed esclusive decalcomanie per il serbatoio.

street

La nuova Street Scrambler regala ancora più prestazioni rispetto alla versione precedente: è spinta dal motore Bonneville High Torque da 900 cc che sprigiona più coppia e potenza. La risposta dell’acceleratore è ottimizzata grazie al ride-by- wire ed il sistema di raffreddamento è a liquido. L’intervallo di manutenzione passa a 16.000 km. Infine, abbiamo un nuovo doppio scarico alto, più compatto. Per quanto riguarda la tecnologia è presente il ride-by- wire, non manca l’ABS disinseribile e poi c’è il Traction Control che aumenta ulteriormente la sicurezza di pilota e passeggero (anch’esso disinseribile). È previsto l’immobilizer approvato Thatcham con transponder integrato nella nuova chiave e la presa USB posizionata sotto la sella. L’altezza della sella è ribassata rispetto al modello precedente. La taratura della forcella e le unità posteriori hanno tarature nuove e specifiche per il modello, anche perché i cerchi hanno misura da 19’ davanti e da 17’ dietro.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email