googletrips

Tutti i viaggi in una app: arriva Google Trips con tantissime funzioni smart

Passo dopo passo Google sta entrando nel mondo dei trasporti. Da giorni si parla si una partnership con FCA per la Google Car e adesso il colosso di Mountain View lancia una nuova app: si chiama Google Trips, attualmente è in fase di test e per scaricarla bisogna essere tra gli utenti invitati o sfoderare tutte le proprie abilità di navigazione per trovare il link del download, ma già si intravede una rivoluzione per i viaggi 2.0. Con questa applicazione si potranno consultare le informazioni in modalità off-line. Effettuando il download della città, o delle varie mete del viaggio, i dati vengono salvati nel dispositivo mobile e sono accessibili anche senza connessione. Google Trips passa al setaccio tutto il contenuto della posta elettronica Gmail e salva in automatico, nella sezione apposita, tutte le prenotazioni di voli e hotel che trova in archivio. Un modo per tenere sotto controllo viaggi, prenotazioni e luoghi da visitare per chi ha un tour specifico da affrontare. L’app si usa in modo facile: si inseriscono località e date del viaggio e lei automaticamente tira fuori tutto ciò che servirà al viaggiatore. Oltre alle prenotazioni, la app fornisce infatti tante informazioni sulla località, con luoghi da visitare, orari di ingresso delle varie attrazioni, e suggerimenti in base al tempo a disposizione e al meteo.

Sono sei le voci disponibili allo stato attuale: “Reservations”, che raccoglie appunto tutte le prenotazioni, “Things to do” con una carrellata di suggerimenti sui luoghi da visitare e le cose da non perdere nella città di destinazione. Questa categoria è suddivisa in altre sottosezioni con la top list delle attrazioni principali, i luoghi da visitare al chiuso, quelli all’aperto, e quelli limitrofi alla località prescelta, nei dintorni e quelli “for you”, probabilmente scelti in base a qualche algoritmo segreto che legge le preferenze dell’utente. “Things to do” offre anche un elenco in ordine alfabetico di tutte le attrazioni, per una rapida consultazione. Poi c’è la voce “Saved places”, ovvero la possibilità di aggiungere in questa cartella i luoghi che si desidera assolutamente visitare, un po’ come un diario di viaggio virtuale. “Food & Drink” fornisce una prima serie di informazioni generali sul luogo che si vuole visitare, ad esempio quali sono i piatti tipici della regione/nazione/città, quali sono i quartieri più rinomati per l’enogastronomia, gli eventi e i locali della movida notturna. “Getting around” fornisce una serie di informazioni utili all’arrivo, tra cui i percorsi e i mezzi per muoversi dall’aeroporto, con tanto di tariffe medie di taxi, bus e treni, il servizio di trasporto pubblico locale, con info sui biglietti, le linee e gli orari di servizio. Se ci si muove in auto, la app offre anche indicazioni anche sul codice della strada e su modalità e costi dei parcheggi. Infine, l’ultima voce del menu della app, “Need to know”, racchiude una serie di utilità indispensabili in viaggio dalle informazioni sul sistema sanitario, agli ospedali, dalle modalità di soccorso in caso di emergenza alle farmacie aperte h24, dal tasso di cambio alle tasse applicate, fino alle zone dello shopping e alle comunicazioni (internet wi-fi free, ecc.).



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email