Un prototipo che anticipa il futuro: BMW lancia iNext, elettrica e a guida autonoma

Bmw sceglie di esplorare nuove frontiere e si lancia nel mondo della propulsione elettrica ad alta efficienza con i sistemi di guida autonoma. L’obiettivo è far debuttare nel 2021 una nuova ammiraglia dal nome di forte impatto: iNext, che si posizionerà, per dimensioni ed equipaggiamento, sopra l’attuale Serie 7. Una vera e propria vetrina tecnologica del marchio, caratterizzata da un design totalmente inedito degli interni e da innovative soluzioni per la connettività. Il debutto della vettura farà di iNext un brand del gruppo: non a caso, prima del 2021 non ci saranno altri modelli della gamma ‘i’ ma solo il restyling della i3 e il debutto della i8 roadster.


Tema principale sarà comunque quello della guida autonoma, con nuovi modelli di business sia per i clienti privati sia per i servizi di ride sharing. Accanto a questa linea principale proseguirà lo sviluppo di unità plug-in hybrid e proseguirà la sperimentazione sull’idrogeno, tecnologia che permetterà di superare i 700 km di autonomia con tempi di rifornimento di pochi minuti. Deciso inoltre il sito dove verrà costruita la iNext: Dingolfing, in Baviera, che insieme alla vicina Landshut è la principale area di sviluppo e produzione dei motori elettrici come delle batterie.


Anche nel caso della guida autonoma, è stato creato un progetto inedito. Si chiama Project i 2.0 e sfrutterà le più moderne generazioni di sensori, intelligenza artificiale, cloud computing nonché le mappe digitali Nokia Here acquisite dalla società mista Bmw-Audi- Mercedes-Benz di cui Intel possiede il 15 per cento , fornendo in cambio la miglior tecnologia disponibile. Fondamentale sarà anche lo sviluppo di nuovi servizi di mobilità cuciti su misura sulle esigenze di ogni cliente, che spazieranno dall’apprendimento delle abitudini di guida alla disponibilità di un car sharing evoluto.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email