t7-concept

Yamaha, il concept T7: come sarà la nuova “mangiadeserto” giapponese. Un prototipo che piace

Il concept che Yamaha ha portato a EICMA. Il T7, ha stuzzicato l’interesse di tanti addetti ai lavori e appassionati. La casa di Iwaa non ha fornito molte indicazioni a riguardo: è probabile che la T possa stare per Ténéré, e il 7 per 700 cc (motore bicilindrico). Insomma si parla della nuova “mangiadeserto” giapponese: look tipicamente dakariano, cilindrata media e l’inconfondibile stile Yamaha sono le caratteristiche principali di questo modello. La moto è di quelle che fanno innamorare senza impressionare troppo: linee semplici, finiture grezze, chiara ispirazione alle ultime moto da grandi raid e una base meccanica collaudata che sembra perfetta per questo scopo. La vera particolarità della T7 è un concetto che va oltre la semplice valutazione tecnica ed estetica e abbraccia i sogni di quelli che l’avventura vogliono viverla davvero. Yamaha ci aveva già provato con la Super Ténéré 1200 ma quella moto è di concezione così turistica che non è bastata neanche la partecipazione ad alcuni dei rally mondiali più importanti per conquistare quella fascia di utenza, sempre più esigente.

t7-concept2

Per questo tipo di clienti serve qualcosa di molto simile alla cara vecchia Ténéré 660, ma con una formula ancora più versatile e la possibilità di percorrere senza problemi anche lunghi tratti stradali e autostradali: in questo modo si spiega la scelta del motore bicilindrico parallelo crossplane della MT-07. Tuttavia per rendere il risultato all’altezza di un vero concept non bastano solo idee e motore: reparto di ricerca e sviluppo italiano e reparto di design olandese hanno lavorato a stretto contatto con il team francese che porta le Yamaha ufficiali in gara alla Dakar, così da realizzare un prodotto all’altezza delle richieste dell’utenza. La T7 è stata studiata così per mettere nella testa degli appassionati un tarlo da cui è difficile liberarsi e che per molti di questi si concretizzerà nell’acquisto dell’adventurer a 360° che arriverà molto probabilmente al prossimo EICMA. Dentro questo progetto c’è il mix giusto di marketing, passione e un accurato piano aziendale per il lancio della nuova moto.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email