88bc2c69df7826ca3af5be0f3256f287

Valentino Rossi è campione del mondo… Finzione o Realtà?

Valentino Rossi si è laureato campione del mondo di MotoGP. Ma lo fa fatto solo in maniera “virtuale”.

La sua Yamaha, con in sella proprio il Dottore, si è infatti aggiudicata il MotoGP Fan World Championship 2017, un nuovo record che il campione di Tavullia può aggiungere al suo curriculum pieno di trionfi. Anche se in questo caso Valentino non ha sostenuto alcuno sforzo per guadagnarselo.

Il MotoGP Fan World Championship 2017 infatti non è nient’altro che un torneo di videogiochi, per la precisione effettuato sul cellulare tramite una app. E il “vero” vincitore risponde al nome di Derek Wisner, appassionato statunitense che ha trascorso oltre 400 ore davanti allo schermo pur di conseguire questo successo personale regalando al contempo a Rossi la gloria virtuale.

“Ho preso Valentino per la prima volta l’anno scorso, ma ho concluso al quarto posto in classifica generale – ha raccontato Wisner -. Il risultato però è stato molto deludente, e così quest’anno mi sono allenato sodo per rifarmi. Il format è cambiato e io ho giocato tutti i giorni. A volte per ore intere, in altri casi disputando anche solo una gara o due per volta. L’anno scorso ci ero rimasto davvero male, perciò adesso non mi rimaneva alternativa a centrare il gradino più alto del podio”.

Wisner è un grandissimo appassionato di MotoGP e un fan vero di Valentino Rossi. Ma c’è un altro campione che gli è rimasto nel cuore e lo ha voluto ricordare con una commovente dedica del titolo virtuale appena conseguito: “Dedico questa vittoria a Nicky Hayden. Quando si è semplici tifosi spesso è difficile avere una voce talmente potente da esprimere quanto amiamo i piloti. La mia speranza è che aver primeggiato nel il MotoGP Fan World Championship possa permettermi di amplificare la mia voce per esprimere la mia ammirazione per gli eroi delle due ruote. Specialmente Nicky”.

Per la cronaca alle spalle di Valentino Rossi si sono classificati gli “eterni nemici” Marc Marquez e Jorge Lorenzo, in quest’ordine. E anche questo per il Dottore può rappresentare un motivo di grande soddisfazione.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email