441606_2021_big_Harish1

Valentino Rossi, ecco il gemello indiano

Possibile che con oltre un miliardo e 300 milioni di abitanti l’India non riesca a portare un pilota in MotoGP? In attesa di quel momento, ci si accontenta delle imitazioni. Chiedete ad Harish Rossi…

Eppure in India la passione per la MotoGP è forte a tal punto che ci si accontenta delle imitazioni. Come quella di Harish Rossi. No, non si tratta del cugino indiano o di un lontano parente di Valentino. Si tratta proprio del Valentino indiano. E visto che ormai il suo nome è un marchio riconosciuto a livello globale, Harish lo ha fatto proprio, come se fosse un franchising.

Harish Rossi ovviamente non si chiama così: il suo vero cognome (Kumar) è decisamente meno pittoresco e non apre altrettante porte nel paddock. Lui è senza dubbio uno dei personaggi più pittoreschi tra quelli che popolano la corte dei miracoli che vive nel sottobosco della MotoGP. Effettivamente una leggera somiglianza tra i due, con gli occhiali e l’abbigliamento ufficiale Yamaha indosso, c’è. A tal punto che Harish Rossi ha anche aperto due profili Facebook e Twitter dove si fa chiamare The Indian Valentino Rossi. E anche sui biglietti da visita – dove dichiara una improbabile professione definita come Superbikes trading e Financing) compare col cognome d’arte. Caro Harish, per essere davvero autentico la prossima volta devi portarti dietro anche la versione indiana di Uccio…



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email