1adc15e67549b43a62c8c63318f17aca

Valentino Rossi si è convinto: cosa farà alla scadenza del contratto

Basta una sola frase a Valentino Rossi per fare il regalo di Natale più gradito ai suoi milioni di tifosi nel mondo: «Sicuramente sarà in pista nella prossima stagione, poi valuterò se correre ancora un altro anno o due». Una dichiarazione apparentemente distratta, quella che il Dottore ha consegnato ai microfoni di Radio Deejay, ma che in effetti svela per la prima volta con certezza le sue intenzioni per l’avvenire. Del resto, pur avendo continuato a respingere, a volte anche con visibile fastidio, la pioggia di domande sul futuro della sua carriera che lo aveva tempestato nel corso di tutta la sfortunata passata stagione, nell’ultimo periodo il fenomeno di Tavullia era stato costretto a rivalutare concretamente l’ipotesi del ritiro, avvicinandosi alla scadenza del suo attuale contratto con la Yamaha che copre solo il 2018. Eppure proprio le sue recenti dichiarazioni, unite alle indiscrezioni di mercato che ipotizzavano un preaccordo per il rinnovo già siglato con la casa dei Diapason, avevano lasciato non pochi sospetti che la crisi tecnica e i due infortuni rimediati nel corso dell’ultima annata, una delle più difficili di sempre per lui, non avessero in realtà intaccato minimamente la sua voglia di correre e la sua fame di vittorie. Ora, a dissolvere anche i residui dubbi ci ha pensato lui, il nove volte iridato in persona, chiarendo che il prossimo non sarà l’ultimo Mondiale della sua vita, che il momento di appendere il casco al chiodo non sembra ancora arrivato e che la rincorsa al famigerato decimo titolo potrà dunque ancora continuare. Per la gioia dei suoi tanti sostenitori e degli appassionati di motociclismo in generale.

Sport e solidarietà
L’occasione scelta dal numero 46 per rinviare a data da destinarsi il suo addio alle corse è stata quella di un evento benefico, lo Zozzoni Day: una lunga diretta del Trio Medusa dedicata a promuovere la vendita all’asta degli oggetti e dei cimeli dei personaggi del mondo della musica, dello sport e dello spettacolo, il cui ricavato verrà devoluto a Cesvi, organizzazione attiva in oltre venti Paesi con progetti a sostegno dei bambini meno fortunati, dai poveri italiani ai ragazzi di strada dello Zimbabwe. Vale ha donato per questa buona causa una sua maglietta autografata, imitato anche da altri colleghi come Andrea Dovizioso, che ha messo in palio gli stivali autografati di questa sua indimenticabile stagione. L’importanza dell’iniziativa rende dunque ancora più preziosa questa rivelazione che è giunta dalle frequenze della radio. Adesso non resta che attendere la firma ufficiale del nuovo contratto, per conoscerne i dettagli e la durata, che però, sempre stando a quanto il pesarese ha anticipato negli scorsi mesi, non dovrebbe arrivare prima di metà del prossimo campionato.



Condividi:

Facebook Twitter Google Plus Pinterest Linkedin Email